martedì 13 dicembre 2011

13 dicembre Santa Lucia

Santa Lusia vien de note,
con le scarpe tute rote,
col capel de la Befana ,
Santa Lusia l’è italiana
.

 

traduzione: Santa Lucia viene di notte, con le scarpe tutte rotte,con il cappello della Befana, Santa LUcia è italiana.

(il finale è opportunamente camuffato……………….)

qui da noi a Verona (ma anche nel mantovano ed in altre zone d’Italia ed anche in Brasile) la notte tra il 12 ed il 13 dicembre è magica per i bambini:  arriva Santa Lucia vestita di bianco, con il suo asinello e porta doni ai bimbi bravi… a quelli meno bravi il carbone.

Già un mese fa i bimbi hanno scritto la letterina a Santa Lucia con i propri desideri e poi lasciata sul tavolo con un bicchiere di latte, i biscotti e del fieno per l’asinello.  Se sono stati bravi Santa Lucia la porta via.

Di notte i bimbi sono agitati, ansiosi, restano in ascolto di ogni singolo rumore in attesa di Santa Lucia ma sanno che non devono farsi trovare svegli o Santa Lucia passa e se ne va via!!!

Ricordo ancora i miei risvegli di Santa Lucia:  le immancabili pastafrolle, i mandarini e la frutta secca accompagnata da un po’ di caramelle e poi i regali.

Un ricordo in particolare mi fa sempre tornare bambina: un’altalena di ferro in un angolo del soggiorno al piano terra su cui dondolavano  la mia mitica bambola Daniela e quella di Cristina Titti vestite da sposa con un abito bellissimo, tutto di pizzo bianco, strepitoso. E poi la cartella nuova rossa

fiammante di cartone pressato con due ganci sul davanti e due grandi tasche…. qui sotto una rivisitazione ma qualcuno avrà sicuramente ricordato……………

 

Anche per Sammy una notte agitatissima ed un bellissimo risveglio……. ma questo è un altro post.

6 commenti:

  1. La cartella rossa... vero!!! Ce l'avevo anch'io!!!! :-)
    E anche dai miei nonni arrivava santa Lucia, così noi furbastri festeggiavamo due volte :-)

    RispondiElimina
  2. La cartella rossa da Santa Lucia? e il tavolino giallo con le seggioline? e le sigarette di cioccolato? baci

    RispondiElimina
  3. Ciao Giuly, ho letto per caso il tuo commento sul blog di Chiara e sono venuta a visitare il tuo blog. Adesso me lo guardo meglio, ma lo trovo interessante, quindi ti seguo! Se ti va passa a trovarmi...dimenticavo: sul mio blog ADOTTA UN MO-STRACCIO è arrivato anche il pappagallo!

    RispondiElimina
  4. grazie Giuliana per aver raccontato questa bella tradizione veronese (con origini Svedesi o mi sbaglio?)...a Vicenza, sebbene confinanti, non festeggiamo Santa Lucia...aspettiamo il 6 gennaio e la Befana per fare comunque le stesse cose :-)
    bacio Alice

    RispondiElimina
  5. Grazie giuli per aver spiegato questa tradizione..che sinceramente non conoscevo!!

    RispondiElimina
  6. le sigarette di cioccolata...... le avevo dimentacate!!!! Ma mi ricordo anche le bottigliette di rosolio!!! Adesso manco il carbone arriva!!!

    RispondiElimina

IT'S ME !!

IT'S ME !!
vento australiano