domenica 8 maggio 2011

avventura a lieto fine!!!!

oggi siamo stati con il WWF all’oasi del Busatello, zona Gazzo Veronese al confine con il mantovano. Una palude oasi WWF dallo scorso anno inserita nelle oasi a livello mondiali per la fauna avicola.

Prima dell’arrivo ci hanno accolto una mamma papera con una quindicina di paperotti che ci hanno attraversato la strada ….. peccato non avevo la macchina fotografica, stavamo guidando!!! Erano bellissimi!!!!

  questa non è una mia foto ma rende bene l’dea!!!!

Poi abbiamo trovato aironi bianchi, aironi cenerini ed un superbo airone rosso…. sempre però sulla strada!!!!

Infine siamo arrivati. IMG_2706 muniti di binocolo e scarpe comode. 

Giornata perfetta, sole e leggero venticello, nessuna zanzara, come guide due esperti di fauna avicola, di farfalle e di piante…. bravissimi!!! I bimbi incantati.  Abbiamo catturato con il retino, e poi liberato, numerose farfalle:  la cavolaia, la farfalla dell’ortica, ed altre di cui non ricordo il nome. Questa era bellissima  IMG_2726. Poi  abbiamo incontrato questo spettacolare ramarro (?) che è rimasto imperterrito a prendere il sole nonostante i tentativi dei bimbi di avvicinarsi per vederlo meglio!!!

IMG_2720. Dalla torretta di avvistamento alta circa 15 metri abbiamo visto aironi, falchi di palude. uccelli di tutti i tipi e generi.. Proseguendo abbiamo incontrato la guest star della giornata che i bimbi cercavano con ansia… la nutria!!!!
Quella che ha fatto il bagno incurante di tutto il nostro baccano era lunga circa un metro e mezzo, sembra una lontra con il musetto sull’aranciato… era carinissima. Qui la vedete mooolto da lontano , è quel puntino marrone in altoIMG_2736  verso sinistra… ma appena avrò le foto che ha fatto il mio amico Paolo con il suo “cannone”  (macchina fotografica con mega teleobiettivo) ve la mostro.

Poi abbiamo visto ancora piante, anatre, germani, insetti di vario genere ed abbiamo pranzato con la forestale nella vecchia casa del guardiano delle turbine ristrutturata ed accogliente.

Mi sono sfogata un po’ a fotografare i gigli di palude, gialli, che coprivano quasi per intero i piccoli corsi d’acqua

IMG_2723IMG_2729

e qui eccoli da vicino

IMG_2733IMG_2730

Di rientro nel pomeriggio, lungo la strada sterrata abbiamo notato questo airone bianco fermo sul ciglio della strada che non riusciva a volare.

IMG_2745

Scesi dalle auto per controllare abbiamo notato che aveva una zampa incastrata e per questo era bloccato. Il canale in cui stava però non era molto agevole ed il povero uccello in grande difficoltà. Cercando di effettuare con gli esperti un salvataggio di emergenza abbiamo scoperto il suo problema:

 

IMG_2748la sua gamba era prigioniera di questa enorme bivalve detta Anodonta: una conchiglia enorme lunga circa 20 centimetri del peso approssimativo di 600/700 grammi…. una cosa enorme. Non sapevo esistessero queste nei fiumiciattoli lungo le campagne ed invece ce n’erano a decine!!!

qui sopra vedete come era incastrato!. Dopo numerosi tentativi siamo riusciti a far spostare il povero airone fuori dal fossato ed il bivalve, in crisi d’acqua, la lasciato la presa quel tanto che ha permesso all’uccello di spiccare il volo, anche se ci ha rimesso parte della zampa.

Abbiamo poi osservato il bivalve prima di rimetterlo in acqua: il mitilo interno, rosso aranciato, era veramente grosso, puzzolente, impressionante…. sembrava una cozza geneticamente modificata!!!!

All’interno la conchiglia è ricoperta da una madreperla bellissima.

Ecco la nostra avventura di oggi, Sammy ed i suoi amici si sono divertiti moltissimo, e domani un guscio di anodonta trovato aperto lungo il greto del torrente finirà a scuola per farlo vedere ai compagni!

1 commento:

IT'S ME !!

IT'S ME !!
vento australiano